Cucina Fusion
Unire Oriente e Italia

News & Curiosità 25 ago 2019

Quando in Italia si parla di cucina fusion si fa spesso riferimento alla nostra tradizione culinaria fusa con quelle orientali, che sono poi quelle che riscuotono maggiore successo nel nostro Paese.

Come nasce la cucina fusion?
La cucina fusion è incontro e originalità, tradizione e innovazione insieme: popoli diversi, culture e tradizioni diverse si incontrano e si arricchiscono a vicenda, traendo il meglio gli uni dagli altri e unendolo in un tutto totalmente nuovo e originale.

La cucina orientale è da sempre apprezzata in Italia.
Inizialmente si potrebbe pensare che il gradimento stia proprio nella grande differenza fra le due cucine, nei modi di trattare alcuni alimenti, nei gusti totalmente distanti…insomma, nella differenza di proposte rispetto a quelle a cui siamo abituati. E in parte è sicuramente vero.
Ma a conoscerle più a fondo, ci si renderà conto che, alla fine, fra la cucina italiana e quella orientale, ci sono anche tante cose in comune.
• In entrambi i casi si parte da un grande rispetto per le materie prime: di qualsiasi ingrediente si tratti, sia le cucine orientali che quella italiana, pongono l’accento sulla qualità, sulla stagionalità, sul più assoluto rispetto nel trattarle.
La parola d’ordine di entrambe le culture culinarie è semplicità: quando la materia prima è di altissima qualità, questa va esaltata nella maniera più naturale possibile e non mascherata artificiosamente.
• Nella cucina orientale, molti piatti si basano sull’abbinamento di carboidrati – riso e noodles – con verdure e proteine – pesce, carne o tofu.
E in Italia? I pasti italiani sono bilanciati fra carboidrati (pasta, pane e riso), proteine (carne e pesce) e verdure.
• Grazie alla possibilità di utilizzare prodotti perlopiù freschi, sia la cucina orientale e quella italiana hanno in comune anche alcuni metodi di cottura, come quella al vapore, alla griglia e la frittura.

Con la cucina fusion si sfruttano tutte queste caratteristiche che le cucine hanno in comune, assieme però anche a quelle più distanti, per dare vita a piatti totalmente originali, che non appartengono fino in fondo né all’una né all’altra, ma che hanno un po’ di entrambe.
È questo lo spirito della cucina fusion: dare vita a qualcosa di totalmente nuovo partendo dalla tradizione.

L’esempio più eclatante di fusione italiana-orientale è rappresentata dall’Italian sushi, dove si abbinano i prodotti tipici della gastronomia italiana all’antica tradizione giapponese del sushi; oppure ancora i piatti orientali in cui vengono messi in risalto grandi prodotti italiani, come i formaggi o il tartufo.
La cucina fusion italiana-orientale non ha un grande successo solo qui in Italia: in Giappone, ad esempio, questa fusione ha dato vita all’Itameshi: i piatti italiani, come persino la pizza, vengono rivisitati in chiave giapponese e riscuotono un enorme successo sia nei piccoli locali di quartiere che nei ristoranti di lusso.