Non solo Giappone
3 piatti della cucina asiatica da provare

Cucina orientale 20 set 2019

Quando si parla di cucina asiatica, qual è il primo piatto che vi viene in mente?
Scommetto che la maggior parte avrà pensato al sushi.
Ormai, nell’immaginario collettivo, la cucina asiatica è per antonomasia quella giapponese, o anche cinese.
Da una parte è anche normale, visto il grandissimo numero di ristoranti giapponesi e cinesi presenti in ogni Paese del mondo. Sono le due cucine che hanno raggiunto il maggior numero di persone, che si sono fatte più facilmente conoscere.

Ma in Asia le tradizioni culinarie sono in realtà tantissime, tanto è vasto questo continente.
Abbiamo allora deciso di stuzzicare la vostra curiosità facendovi conoscere tre piatti di tre cucine asiatiche che non abbiano niente a che vedere con il Giappone.
Vediamo se anche queste cucine suscitano tanto interesse come la più famosa cucina del Sol levante.

• Thailandia


La cucina thailandese è molto varia. Non solo piatti a base di carne o pesce, ma anche tantissime alternative vegetariane, vegane, persino fruttariane e crudiste: infatti la natura thailandese è estremamente ricca e in grado di offrire prodotti unici.
Il piatto thailandese che abbiamo pensato di presentarvi è il Pad Thai.
Può essere definito il piatto identificativo della Thailandia ed è un’esplosione di sapori e profumi tipicamente asiatici.
Si tratta di noodles di riso saltati nel wok, con gamberi, carne o tofu, verdure, arachidi, spezie e insaporiti con succo di tamarindo o salsa di pesce.
La sua particolarità sta nel suo perfetto equilibrio fra note salate, dolci, amare, acide e piccanti.
Questa è la versione forse più nota, ma se ne possono trovare anche diverse.

• Vietnam


Le caratteristiche principali della cucina vietnamita sono la leggerezza e la semplicità dei piatti, l’assenza quasi totale di grassi e il largo uso di prodotti vegetali – frutta e verdura. Fra le cucine asiatiche è forse quella più “light”.
Fra tutti i piatti vietnamiti, abbiamo deciso di parlarvi del Pho.
Il Pho è il piatto nazionale e più famoso del Vietnam.
Si tratta di una zuppa di noodles di riso che viene preparata con carne di manzo o pollo, verdure ed erbe aromatiche, come il coriandolo e la menta e insaporita con lime e germogli di soia.
Ne esistono comunque diverse varianti, sia a base di pesce che vegetariane con tofu.

• India


Gli elementi di base della cucina indiana sono fondamentalmente tre: il riso – se ne producono e utilizzano diverse varietà, i legumi – oltre 50 varietà – e i cereali.
Visto che la tradizione culinaria indiana è prevalentemente vegetariana per motivi culturali e religiosi, è ovvio che frutta e verdure ne siano protagoniste.
Assieme a queste, le protagoniste indiscusse della cucina indiana sono le spezie, che vengono utilizzate per insaporire praticamente tutto.
Il piatto indiano che abbiamo scelto per farvi assaporare i profumi dell’India è la Samosa.
Si tratta di un triangolo realizzato con un impasto a base di farina e acqua che avvolge un ripieno di ingredienti tritati e cotti in padella – solo verdure o anche verdure con carne – e poi fritto. Immancabile ad insaporire il ripieno un gustosissimo mix di erbe e spezie, fra cui peperoncino, curcuma, garam masala, coriandolo e zenzero.